un tuffo nel mare Un tuffo nel mare Un tuffo nel mare

Un tuffo nel mare è una ricetta che era in programmazione da un po, poi grazie a Il buon riso la quale mi a gentilmente mandato dei fantastici prodotti ho deciso di preparare questa ricetta utilizzando il riso superfino carnaroli. Vado in pescheria a comprare tutto l’occorrente e molto velocemente torno a casa.

Arrivato a casa accendo il pc e faccio partire la mia fantastica playlist di musica classica e comincio a preparare la ricetta, dopo qualche ora ecco qua il piatto pronto! ma ancora non posso mangiarlo perché devo ancora fare le foto!, non perdo tempo inizio una corsa contro il tempo! posiziono il piatto e comincio a scattare, scatto dopo scatto ho finalmente finito posso mangiarmi questa bontà! e vi posso assicurare che ne è valsa sicuramente la pena!.

un tuffo nel mare Un tuffo nel mare Risotto ai frutti di mare

Leggi anche: Millefoglie all’ultimo minuto

Un tuffo del mare

  • Porzioni: +5 Persone
  • Problema: Media
  • Stampa

ingredienti

  • 500g Riso superfino carnaroli (Il buon riso)
  • 2 Spicchi aglio
  • 10 Cucchiai di olio EVO
  • 700g Vongole veraci
  • 800g Cozze
  • 3 Calamaro
  • 6 Gamberi rossi
  • Sale Q.B.
  • Peperoncino Q.B.
  • 2 Bicchieri di vino bianco
  • Prezzemolo Q.B.

Istruzioni

  1. Per preparare il risotto occorre partire dalla pulizia delle vongole e delle cozze. Partiamo dalle cozze per pulirle occorre eliminare i cirripedi con un coltello e poi strappare il bisso e in fine grattare con la spugnetta le impurità. Per quanto riguarda le vongole vanno tenuti in acqua e sale per 3 ore. Per pulire i gamberoni occorre staccargli la testa, le zampette, la corazza e in fine il budello nero che lo si può togliere incidendo la parte superiore.
  2. Per aprire le cozze e le vongole occorre prendere due padelle e mettiamo su entrambe olio, aglio e peperoncino facciamo rosolare qualche secondo l’aglio dopodiché aggiungiamo su una padella le vongole e sull’altra le cozze precedentemente pulite, aggiungiamo ad entrambe le padelle il vino e copriamo subito con il coperchio per facilitare l’apertura delle cozze e vongole di tanto in tanto agitiamo la padella per facilitare l’apertura.
  3. Ora che tutte le vongole si sono aperte con l’aiuto di una pinza e un recipiente togliamo dalla padella tutte le vongole aperte quando nella padella non ci saranno più vongole spegniamo il fuoco e con l’aiuto di un passino filtriamo il succo lasciato dalle vongole e versiamolo dentro una brocca. Ripetiamo la stessa operazione con le cozze e uniamo il succo (una volta filtrato) dentro quello delle vongole.
  4. Ora la cottura del riso!, prendiamo una pila con i bordi non troppo grandi e mettiamoci all’interno il riso (la fiamma sotto la pila deve essere medio alta), facciamo tostare leggermente il riso cosi da aprire i pori per facilitare l’assorbimento dei succhi, il riso deve tostare fin quando toccandolo con le mani non scotta, raggiunto il livello di tostatura perfetto aggiungiamo due mestoli di brodo vegetale nel riso e mescoliamo velocemente il tutto, appena il brodo si sarà leggermente ritirato aggiungiamo un altro mestolo di brodo e aggiungiamo pero solo uno massimo due mestoli per volta e non prima che i precedenti si siano ben assorbiti.
  5. Continuiamo ad aggiungere brodo fin quando il riso non sarà leggermente oltre alla cottura al dente (15 minuti di cottura circa), dopodiché aggiungiamo il succo delle cozze e vongole, le vongole e cozze precedentemente sgusciate e aggiungiamo i gamberi precedentemente tagliati a cubetti e i calamari precedentemente tagliati a rotelle, mescoliamo il tutto e aggiungiamo in pochino di prezzemolo.
  6. Facciamolo riposare per 3 minuti dopodiché non resta che servire questa magnificenza!.

Note:  I calamari e i gamberoni sono delle carni tenerissime che richiedono cotture o molto corte o molto lunghe, per questa ricetta ho ritenuto opportuno fare una cottura di 3 minuti che avviene direttamente nel riso spento cosi da lasciare la carne tenera.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.