un pasticcio? - un pasticcio 800x1066 - Un pasticcio?

Un pasticcio?

Un pasticcio? è quello che ho pensato la prima volta che ho assaggiato questo piatto, sono rimasto incredulo come alcuni ingredienti che possono sembrare cosi lontani invece si accostano e si cullano perfettamente in una perfetta armonia di gusto. Questa ricetta l’ho assaggiata la prima volta il giorno di Natale di quest’anno e come si è capito ne sono rimasto assolutamente sorpreso, magari qualcuno conosce già la ricetta o se qualcuno nella vostra famiglia la fa simile fatemelo sapere qui sotto in un commento. In ogni caso l’ho assaggiata e mi sono subito convinto del fatto che questa ricetta doveva essere assolutamente sul mio sito. Cosi vado al supermercato a comprare quello che mi serve e comincio a prepararla e in quattro e quattr’otto ho finito di preparare questo capolavoro, faccio le foto e subito mi metto a scrivere la ricetta, metto su la prima playlist che mi capita e comincio a scrivere, la musica mette in ordine i miei pensieri nella mia mente così prima che me ne possa rendere conto ho messo l’ultimo punto. La ricetta che vi propongo è leggermente diversa da quella che ho mangiato io in quanto in quella non erano presenti né alici né olive.

 

 

un pasticcio? - un pasticcio rustico - Un pasticcio?

Leggi anche: Il vecchio marinanio

Un pasticcio?

  • Porzioni: +5 Persone
  • Problema: Facile
  • Stampa

ingredienti

  • 900g Scarola
  • 2 Filetti di alici (8g)
  • 40g Olive tagliasche
  • 50g Uva sultanina
  • 30g Pinoli
  • 2 Rotoli di pasta sfoglia
  • 5 Cucchiai di olio EVO
  • Sale e pepe Q.B.
  • 2 Peperoncini
  • 1 Spicchio d’aglio

Istruzioni

  1. In una plia con i bordi alti riempiamola fino a metà con dell’acqua e mettiamola sul fuoco al massimo.
  2. Appena bolle leggermente buttiamo la scarola che abbiamo pulito in precedenza e lasciamola bollire per 5 minuti, dopodiché scoliamo la scarola con l’aiuto di uno scola pasta piccolino e con l’acqua rimasta sbollentiamo leggermente l’uva sultanina.
  3. In una padella mettiamo olio, aglio e peperoncino mettiamola a fuco medio alto e facciamo rosolare l’aglio fino a farlo diventare leggermente dorato dopodiché aggiungiamo le alici e con l’aiuto di un cucchiaio di legno sciogliamo le alici, successivamente mettiamoci la scarola, pinoli, olive e uva copriamo con un coperchio e lasciamo cuocere per 10 minuti a fuoco medio basso.
  4. Quando il composto è cotto spengiamo il fuoco e lasciamo freddare il composto. Nel mentre il composto si fredda prendiamo un rotolo di pasta sfoglia e apriamolo su una teglia per crostata da 24cm, versiamoci dentro il composto ormai freddo e copriamo con il secondo rotolo di pasta sfoglia (la pasta sfoglia deve essere fredda da frigo non deve scaldarsi troppo quindi se per preparare la base ci mettiamo troppo tempo e la pasta comincia a diventare troppo morbida consiglio di preparare la torta e metterla per 1 minuto nel freezer), ora inforniamo la torta a 180° fino a colorazione (allora per la cottura io consiglio di preriscaldare il forno a massimo e 1/2 minuti prima di infornare abbassare a 180° e lasciare cuocere fino a colorazione) non mettete uovo o latte sulla superficie della torta perché avrete lo stesso una doratura bellissima.
  5. Ora non resta che tagliarla e servire questa magnificenza.

Note: Come già detto in precedenza possiamo togliere sia le alici che le olive cosi otterremo una torta più delicata. In alternativa possiamo sostituire le olive con dei capperi.

 

Tiziano Gargani

Salve, mi presento sono Tiziano Gargani e adoro la cucina in ogni sua forma, adoro scrivere le ricette sul mio blog e far conoscere la mia versione della cucina, oltre a cucinare mi piace leggere e suonare il pianoforte.
Cucinaconpassione è un sito dove sfogo il mio essere attraverso la cucina, sono come un pittore che dipinge una tela e ogni mia tela è una ricetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.