T

Taralli al pepe nero

taralli al pepe nero Taralli al pepe nero Taralli al pepe nero

 

Tarallo o tarallino è un prodotto da forno tipico della Puglia, della Campania, della Calabria e della Sicilia; come tale è stata ufficialmente inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T.). Il tarallo al pepe nero è una ricetta da servire come aperitivo o come spuntino da un pasto e l’altro, si possono fare moltissime varianti esempio con i semi di finocchio, con il peperoncino, al cioccolato, con lo zucchero, o anche con il vino insomma potete tranquillamente sbizzarrirvi sperimentando altri modi!.

 

Taralli al pepe nero

  • Porzioni: 10 Persone
  • Problema: Facile
  • Stampa

 

ingredienti

 

  • 500g Farina “00”
  • 100g Burro
  • 25g Lievito di birra
  • 15g Sale
  • 185g Acqua
  • 3 Cucchiaini di pepe

 

Istruzioni

 

  1. In una planetaria o per chi non l’avesse in un recipiente mettere farina, lievito (precedentemente sciolto con l’acqua della ricetta tiepida), pepe, burro (precedentemente sciolto) e mescolare il tutto o azionare la planetaria, quando si sta per formare l’impasto mettere il sale.
  2. Adesso avrete un impasto compatto, facciamolo lievitare per 1h e successivamente stendiamo l’impasto fino ad ottenere uno spessore di 1 cm e successivamente facciamo dei bastoncini con una lunghezza di 8 cm e larghezza di 1 cm.
  3. Ora dobbiamo fare il fiocco che si fa sovrapponendo un estremità sopra l’altra e schiacciando leggermente, ripetiamo la stessa operazione fino a quando l’impasto non sarà finito.
  4. Dopo aver effettuato la piegatura mettiamoli in acqua quasi a bollore leggermente salata. Una volta messi nell’acqua dopo circa qualche secondo verranno a galla, sarà quello il momento giusto per toglierli e disporli direttamente su una teglia, cospargiamoli con il sale e mettiamo nel forno.
  5. Cuocere a 200° per circa 15 Minuti. Una volta cotti non resterà che farli raffreddare e successivemente servire.

 

Note: Nella foto sono presenti alcuni taralli al peperoncino.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.